logo

Didattica della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale

Anno Accademico 2020/2021

Schede ECTS

 
FTIS - Specializzazione
II Licenza  
 
Storia dell'ermeneutica biblica: «Ermeneutica biblica. Schizzo storico ed elementi di teoria»
Codice del Corso
S-20TB07
Corso Integrato
Storia dell'ermeneutica biblica
Docenti
Vignolo Roberto
Anno di corso
S
Semestre
ECTS
3
Ore
24
Lingua in cui viene erogato il corso
Italiano
Modalità di erogazione del corso
Convenzionale
Tipologia di insegnamento
Non definito
Tipo Esame
Prova Orale
Metodo di Insegnamento
Didattica formale/lezioni frontali
Obiettivo
Programma

All’intento del corso – storico e fondativo di un’ermeneutica biblica – corrispondono tre momenti: 1/ introduttivo, 2/ storico e 3/ teorico.

1. L’INTRODUZIONE vuol posizionare la rilevanza dell’ermeneutica: 1.1. anzitutto internamente al trattato di Introduzione alla Sacra Scrittura, sia come capitolo organico e integrato conclusivamente alla sequenza canonicità, testo, ispirazione, verità, ermeneutica, sia come intentio profundior dell’intero trattato, sia in rapporto alla Teologia Biblica. 1.2. Secondariamente si tratterà di apprezzare apporti, limiti, tendenze dei documenti più recenti della Pontificia Commissione Biblica (=PCB), L’interpretazione della Bibbia nella vita della Chiesa (1993), il successivo Il popolo ebraico e le sue Sacre Scritture nella Bibbia cristiana (2001). Considerando Benedetto XVI,  Verbum Domini (2010), si terrà conto dei più recenti PCB, Ispirazione e verità della Sacra Scrittura (2014) e Che cos’è l’uomo? Un itinerario di antropologia biblica (2019).

2. IL MOMENTO STORICO si articola a propria volta in due tappe: 2.1. quella di un’ermeneutica generale, a partire dalla svolta epocale inaugurata da Schleiermacher, fino alle più recenti significative voci e problematiche, per concludere sul rapporto tra ermeneutica biblica ed ermeneutica generale. 2.2. quella di ermeneutica speciale: storia dell’ermeneutica biblica (prassi rabbinica, qumranica, filoniana, la tradizione patristica e medievale: alcuni nodi del quadruplex sensus; la Riforma, la critica storica e la sua recezione in campo cattolico; Bultmann e la Nuova Ermeneutica, il dibattito intorno al metodo storico critico, l’insorgenza di nuove istanze.

3. IL MOMENTO TEORICO si articola pure in due tappe: 3.1. Riformulazione del problema dell’ermeneutica biblica come ermeneutica della e nella Bibbia: AT e NT come processo ermeneutico e processo di inculturazione della fede; il proprium dell’intertestualità biblica: rilettura/riscrittura, tipologia, promessa/compimento, il libro e le collezioni canoniche. 3.2. Puntualizzazione teorica di principi ermeneutici: nesso tra evento e documento, testimonianza congiunta (canonica e ispirata) alla Parola. L’unità canonica della Bibbia come principio ermeneutico. Verità della Bibbia e ermeneutica. Regula fidei, analogia della fede, ortodossia, ortoprassi, consenso e pluralismo. La traditio ecclesiae e i suoi luoghi ermeneutici.

Avvertenze
Bibliografia

Angelini G. (cur.), La Rivelazione Attestata. La Bibbia fra Testo e teologia. Raccolta di studi in onore del Card. C.M.Martini per il suo LXX compleanno, (Quodlibet 7) Glossa ed. Milano, 1998. PCB, L’interpretazione della Bibbia nella vita della Chiesa (1993). Commento a cura di G. Ghiberti - F. Mosetto, LDC Torino 1998. Simposio della Congregazione per la Dottrina della Fede (1999), L’interpretazione della Bibbia nella Chiesa. Atti del Simposio, Città del Vaticano, Roma 2001. P. Bovati – P. Basta, «Ci ha parlato per mezzo dei profeti». Ermeneutica biblica, GBP – San Paolo, 2012.  P. Dubovsky – J.-P. Sonnet, Ogni Scrittura è ispirata, GBP – San Paolo, 2013. Dispense del Docente.