logo

Didattica della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale

Anno Accademico 2020/2021

Schede ECTS

 
FTIS - Specializzazione
II Licenza  
 
Teologia biblica N.T. - III: «'E saremo sempre con il Signore' (1Ts 4,17). Linee di escatologia paolina»
Codice del Corso
S-20TB06
Corso Integrato
Teologia biblica N.T. - III
Docenti
Romanello Stefano
Anno di corso
S
Semestre
ECTS
3
Ore
24
Lingua in cui viene erogato il corso
Italiano
Modalità di erogazione del corso
Convenzionale
Tipologia di insegnamento
Non definito
Tipo Esame
Prova Orale
Metodo di Insegnamento
Didattica formale/lezioni frontali
Obiettivo

Il corso si prefigge la comprensione delle pericopi appartenenti alle lettere paoline indisputate che trattano la questione escatologica, verificandone le costanti di pensiero all’interno delle varie argomentazioni e “rappresentazioni” della stessa che, come risaputo, si differenziano tra le diverse lettere.

Programma

L’epistolario paolino rappresenta la prima attestazione scritta dell’evento unico della resurrezione di Cristo, rammentata a fondamento di tante sue argomentazioni. La resurrezione di Cristo getta luce decisiva anche sul nostro destino escatologico, che risulta essenzialmente implicato in essa. Le argomentazioni che lo sostengono presentano però una pluralità di forme narrative e “rappresentazioni”, che variano nelle diverse lettere. Per evocare solo le più evidenti: la parousia imminente vs la sua dilazione, o la resurrezione alla parousia vs incontro immediato con Cristo alla propria morte, o il ricorso alla terminologia del giudizio vs la sua assenza. Il corso si propone di verificare le costanti coerenti del suo pensiero, tenendo previamente conto della retorica delle singole argomentazioni che saranno oggetto di uno studio analitico. Per questo sarà anche necessario investigare la relazione tra il debito dell’apostolo verso le visioni del mondo proprie del suo ambiente (segnatamente quelle apocalittiche) e la reinterpretazione delle stesse innescate dall’evento-Cristo. Infine si cercherà di comprendere la valenza attribuita da Paolo alla dimensione escatologica nella intelligenza dell’evento salvifico nella sua globalità, e dell’agire salvifico di Dio nella storia. Ben lungi dall’avere l’assurda pretesa di “cosificare” un futuro, che è evidentemente nelle mani di Dio, si vorrà alla fine far emergere alcune costanti assiologiche degli scritti paolini, che sono a fondamento della nostra speranza.

Avvertenze

Lezioni frontali sul testo biblico, studiato nella lingua originale. Per l’esame verrà consegnato un tesario comprendente tematiche generali e i brani studiati in forma analitica in classe; per sostenerlo sono possibili due modalità:

  1. L’allievo, previo accordo con il docente, prepara un dossier scritto, con discussione della letteratura secondaria, su uno dei brani biblici oggetto del corso. L’esame verterà su tale lavoro, non contemplando in aggiunta domande analitiche su altri brani, ma esclusivamente domande sulle tematiche generali.
  2. Modalità tradizionale: l’allievo si prepara su tutti i temi, senza redigere a di scritto. Le domande saranno a scelta del docente, e verteranno sull’intero programma.
Bibliografia

M. Epis (ed.), Delle cose ultime. La grazia del presente e il compimento del tempo (Disputatio 29), Glossa, Milano 2020; L. De Lorenzi (ed.), Résurrection du Christ et des chrétiens (1Co 15) (Ben. Monograph S. 8), Abbaye de S. Paul, Roma 1985. M.D. Hooker (ed.), Not in the Word Alone. The First Epistle to the Thessalonians (Ben. Monograph S. 15), St. Paul Abbey, Roma 2003. A. Lincoln, Paradiso ora e non ancora. Cielo e prospettiva escatologica nel pensiero di Paolo, Paideia, Brescia 1985. G. Rossé, La risurrezione di Gesù, EDB, Bologna 2016. N.T. Wright, Risurrezione, Torino, Claudiana 2006. In aggiunta gli Atti del Convegno della FTIS del 2019, di prossima pubblicazione.