logo

Didattica della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale

Anno Accademico 2018/2019

Schede ECTS

 
FTIS - Specializzazione
II Licenza  
 
Morale speciale - I: «L’erotica cristiana. Amore spirituale negli atti sessuali»
Codice del Corso
S-18TM03
Corso Integrato
Morale speciale - I
Docenti
Fumagalli Aristide Ernesto
Anno di corso
S
Semestre
ECTS
3
Ore
24
Lingua in cui viene erogato il corso
Italiano
Modalità di erogazione del corso
Convenzionale
Tipologia di insegnamento
OBBLIGATORIO
Tipo Esame
Prova Orale
Metodo di Insegnamento
Didattica formale/lezioni frontali
Obiettivo

L’amore cristiano, ovvero l’amore di Dio rivelato da Cristo massimamente nel dono del suo corpo e infuso dallo Spirito nei cristiani, non si trattiene nell’intimo del loro spirito, ma irradia i loro corpi affinché lo testimonino al prossimo umano. Tra le forme della prossimità umana spicca l’intimità sessuale, la quale, per via dell’integrale coinvolgimento dei corpi, è un luogo di speciale incarnazione dell’amore cristiano. Agli atti sessuali presta attenzione il corso, con l’obiettivo di acquisire i tratti distintivi e offrire i criteri valutativi di un’erotica cristiana.

Programma

Il contenuto essenziale e costante del corso riguarda l’amore cristiano in rapporto agli atti sessuali, allo scopo di comprendere come l’uno si incarni negli altri e gli altri manifestino l’uno, al di là della loro contrapposizione o semplice giustapposizione. Lo sviluppo del corso, incentrato su questo contenuto, prevede indicativamente tre parti, dedicate all’elaborazione di una teologia dell’agire sessuale, alla prospettazione di una criteriologia morale per gli atti sessuali, alla delineazione di una prassi del discernimento morale in ambito sessuale.

L’elaborazione di una teologia dell’agire sessuale mira a raccogliere gli elementi imprescindibili e validi per rendere ragione dell’intima connessione che nell’erotica cristiana sussiste tra l’amore interpersonale, corrispondente all’amore donato e comandato da Cristo, e gli atti del corpo sessuato. A tale scopo è previsto lo studio di: alcuni testi rilevanti della Scrittura; delle concezioni che più hanno improntato la Tradizione teologica e dottrinale della Chiesa; dei principali insegnamenti del Magistero.

La prospettazione di una criteriologia intende riprendere e sviluppare opportunamente in riferimento agli atti corporei le coordinate della teologia morale sessuale formulabili in termini di donazione all’altro/a, unificazione in se stessi, interazione con la società e la cultura, lungo il corso della propria storia di vita.

La delineazione della prassi del discernimento morale sugli atti sessuali considera le prospettive più classiche della valutazione dell’agire umano, quali quella della teleologia della deontologica, puntando a mostrare la loro integrazione nella processualità del giudizio prudenziale.

Avvertenze

Il metodo di lavoro prevede lo svolgimento del corso da parte del docente attraverso lezioni frontali, senza escludere la partecipazione attiva degli studenti con domande e osservazioni in ordine alle opportune chiarificazioni e agli auspicabili sviluppi della riflessione. L’acquisizione dei contenuti è affidata allo studio personale, che potrà avvalersi della lettura dei testi indicati durante le lezioni. La verifica della competenza appresa durante le lezioni avverrà tramite una prova orale di esame dopo la frequentazione del corso.

Bibliografia

A. Fumagalli, L’amore sessuale. Fondamenti e criteri teologico-morali (Biblioteca di Teologia Contemporanea 182), Queriniana, Brescia 2017; J. Granados (ed.), Una caro: il linguaggio del corpo e l’unione coniugale (Amore umano 18), Cantagalli, Siena 2014; S. Orth (ed.), Eros - Corpo - Cristianesimo. Una provocazione per la fede? (Giornale di Teologia 354), Queriniana, Brescia 2012; F. Hadjadj, Mistica della carne. La profondità dei sessi, Medusa, Milano 2009; J.-L. Marion, Il fenomeno erotico. Sei meditazioni, Cantagalli, Siena 2007; X. Lacroix, Il corpo di carne. La dimensione etica, estetica e spirituale dell’amore, EDB, Bologna 1996.